. Conservare i semi di verdura - GramignaMap
Conservare i semi di verdura

Conservare i semi di verdura

  • Pomodori, peperoni, fagioli e piselli sono buone scelte per la conservazione dei semi. Hanno fiori che si autoimpollinano e semi che richiedono poco o nessun trattamento speciale prima della conservazione.
  • I semi di colture biennali come le carote o le barbabietole sono più difficili da salvare, poiché le piante hanno bisogno di due stagioni di crescita per mettere i semi.
  • Scegliete varietà a impollinazione libera piuttosto che ibridi. Queste piante danno frutti simili e producono semi che produrranno più piante simili.
  • Le varietà a impollinazione libera possono essere “cimeli”. Queste varietà possono essere tramandate per generazioni o possono essere selezioni più recenti.

Puoi salvare i semi di verdura dai prodotti del tuo giardino per piantarli l’anno prossimo. La conservazione dei semi implica la selezione delle piante adatte da cui salvare i semi, la raccolta dei semi al momento giusto e la loro corretta conservazione durante l’inverno.

Piante autoimpollinanti

Pomodori, peperoni, fagioli e piselli sono buone scelte per la conservazione dei semi. Hanno fiori che si autoimpollinano e semi che richiedono poco o nessun trattamento speciale prima della conservazione.

I semi delle colture biennali come le carote o le barbabietole sono più difficili da salvare perché le piante hanno bisogno di due stagioni di crescita per mettere i semi.

Piante a impollinazione incrociata

Le piante con fiori maschili e femminili separati, come il mais e le colture di vite, possono impollinare in modo incrociato. E’ difficile mantenere puro il ceppo del seme.

Il popcorn può impollinare uno stand di mais dolce da un giardino vicino in un giorno di vento. Questo influenzerà il sapore dell’attuale raccolto di mais dolce, e un raccolto cresciuto da questi semi non sarà né un buon mais dolce né un buon popcorn.

Gli insetti possono impollinare in modo incrociato cetrioli, meloni, zucche e zucche.

Anche se l’impollinazione incrociata non influenzerà la qualità del raccolto corrente, i semi di un tale incrocio cresceranno in viti con frutti diversi da quelli della pianta madre. Questo si traduce spesso in un sapore inferiore e in altre caratteristiche.

Piante ad impollinazione libera

Quando conservate i semi, scegliete varietà ad impollinazione libera piuttosto che ibridi. Se le varietà ad impollinazione libera si autoimpollinano o si incrociano con altre piante della stessa varietà, esse producono semi che crescono in piante ancora molto simili alla pianta madre. Queste piante danno frutti simili e producono semi che produrranno altre piante simili.

Le varietà ad impollinazione libera possono essere “cimeli”. I giardinieri si tramandano queste varietà attraverso le generazioni, o possono essere selezioni più recenti.

Alcune varietà di pomodoro non sono ibridi. Sono tipi a impollinazione aperta come “Big Rainbow”, “San Marzano” e “Brandywine”. Il seme prodotto da queste varietà crescerà in piante molto simili alle piante madri, con frutti quasi identici.

Allo stesso modo, i peperoni ‘Habanero’, ‘California Wonder’ e ‘Corno di Toro’; i piselli ‘Lincoln’, ‘Little Marvel’ e ‘Perfection’; e i fagioli ‘Kentucky Wonder’, ‘Blue Lake’ e ‘Tendercrop’ sono tutte varietà a impollinazione aperta che diventeranno vere dai semi.

Una volta che hai piantato una coltura a impollinazione libera:

  • Seleziona le piante da cui vuoi salvare i semi.
  • Scegliete solo le piante più vigorose con i frutti più gustosi come genitori per il raccolto dell’anno successivo.
  • Non conservare i semi di piante deboli o fuori tipo.

Piante ibride

Le piante ibride vegetali sono prodotti di incroci tra due varietà diverse, che combinano i tratti delle piante madri. A volte una combinazione è particolarmente buona, producendo piante con eccezionale vigore, resistenza alle malattie e produttività. I semi ibridi sono generalmente più costosi perché costano di più a produrli.

Le piante ibride, come i pomodori ‘Big Boy’, ‘Beefmaster’ e ‘Early Girl’ produrranno semi vitali.

  • Le piante cresciute da quel seme non sono identiche ai genitori ibridi.
  • Saranno una combinazione completamente nuova dei tratti buoni e cattivi delle piante dell’incrocio iniziale.
  • È impossibile prevedere come si comporterà la piantina o quali qualità avrà il frutto.

Raccolta di Semi

Semi di pomodoro

  • Lascia maturare completamente i frutti e togli i semi, insieme al gel che li circonda, prima di mangiare o cucinare i pomodori.
  • Metti i semi e il gel in un barattolo di vetro con dell’acqua.
  • Mescola o agita la miscela due volte al giorno. Il composto fermenterà e i semi dovrebbero affondare sul fondo entro cinque giorni.
  • Versa il liquido, sciacqua i semi e stendili ad asciugare su carta assorbente.

Semi di pepe

  • Lascia che alcuni frutti rimangano sulle piante finché non diventano completamente maturi e iniziano a raggrinzirsi.
  • Rimuovi i semi dai peperoni e stendili ad asciugare.

Piselli e fagioli

  • Conserva piselli e fagioli lasciando maturare i baccelli sulle piante finché non sono secchi e cominciano a diventare marroni, con i semi che tintinnano all’interno.
  • Questo può durare fino a un mese dopo aver raccolto normalmente i piselli o i fagioli da mangiare.
  • Stacca i baccelli dalle piante e stendili ad asciugare in casa.
  • Dovrebbero asciugare almeno due settimane prima di sgranare, oppure puoi lasciare i semi nei baccelli fino al momento della semina.

Conservazione dei semi

Conserva i semi in contenitori di vetro ben chiusi. Puoi conservare diversi tipi di semi, ognuno in pacchetti di carta individuali, insieme in un grande contenitore. Tieni i semi asciutti e freschi. Una temperatura tra i 32° e i 41°F è ideale, quindi il tuo frigorifero può essere un buon posto per conservare i semi.

Una piccola quantità di gel di silice essiccante aggiunta ad ogni contenitore assorbirà l’umidità dall’aria e aiuterà a mantenere i semi asciutti. I negozi di forniture artigianali vendono gel di silice alla rinfusa per essiccare i fiori.

Puoi anche usare il latte in polvere come essiccante. Usa uno o due cucchiai di latte in polvere da una confezione appena aperta. Avvolgi la polvere in un pezzo di cheesecloth o in un tessuto facciale e mettilo nel contenitore con i semi. Il latte in polvere assorbirà l’umidità in eccesso dall’aria per circa sei mesi.

Assicurati di etichettare i tuoi semi salvati con il loro nome, la varietà e la data in cui li hai raccolti. E’ facile dimenticare i dettagli nella primavera successiva. Usate i semi salvati entro un anno. Più vecchio è il seme, minore è la germinazione e il vigore.

 

1 commento su “Conservare i semi di verdura”

  1. Pingback: Come ottenere semi gratis per il tuo giardino - GramignaMap

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.